Terme di Azzolino

Guarda il video del progetto

PER INFORMAZIONI E CONTATTI:

Dott. Simone Brancozzi

  0734-605020
  335-7589095
simone.b@studiobrancozzi.it

Grottazzolina – Via De Gasperi (FM) Marche – Italy
Comparto D 5 Approvato definitivamente – Delibera 126 del 22/06/2010 Provincia di Fermo
Complessivi Circa 22.000 Mq Fuori terra più 3000 Mq interrati – Divisione in quattro lotti
Destinazione ricettiva, commerciale, direzionale, abitativa

1.jpg

Area di 70.000 Mq di proprietà

3.jpg

Desideri maggiori informazioni o vuoi investire nel progetto?
Contattaci senza impegno compilando la form qui sotto.

    Compila i campi sotto per Avere, Senza Nessun Impegno, tutte le Informazioni che Desideri sul centro.

    Nome

    (obbligatorio)

    Email

    (mail valida richiesta)

    Telefono

    (obbligatorio)

    Città

    (obbligatorio)

    Messaggio


    Cliccando sul tasto verde dichiaro di aver letto e accetto la politica di privacy.

    NON riceverai MAI Spam e potrai Cancellarti in qualunque momento con 1 Semplice Click! Entro 48 ore riceverai tutte le informazioni richieste.

    Localizzazione geografica del sito del progetto

    4.jpg

    Ancona Aereoporto 80 km 50 min auto
    Bari 450 km 4′20 auto
    Bologna 270 km 2′30 auto
    Firenze 310 km 3′30 auto
    Milano 500 km 4′30 auto
    Napoli 450 km 4′20 auto
    Rimini Aereoporto 170 km 1′20 auto
    Pescara Aereoporto 80 km 50 min auto
    Roma 250 km 2′30 auto
    Venezia 450 km 4′20 auto
    Londra e collegamenti Ryanair 2′00 aereo da Ancona
    Croazia 2′00 aliscafo da Ancona
    Grecia 24 h traghetto da Ancona
    Crociere sul Mediterraneo partenza da Ancona

    Perchè le Marche?

    corriere_della_sera_aarp_min.jpg Il fermano è stato definito dalla divista americana AARP Magazine, la quale conta oltre trentasei milioni di abbonati, come uno dei cinque paradisi terrestri al mondo. A tal proposito il Corriere della Sera ne ha preso spunto ed ha pubblicato l’articolo che vedte alla vostra sinistra.

    Clicca sull’immagine dell’articolo per poterlo ingrandire

    5.jpgLe Marche hanno tutto: splendide spiagge, vigneti ridenti, arte e architettura a non finire, alcuni dei migliori piatti di pesce della cucina italiana e persino montagne nevose dove praticare gli sport invernali.
    Uno dei 5 paradisi terrestri dove andare a vivere dopo la pensione.

    6.jpgGrottazzolina è una tranquilla cittadina situata a metà strada tra il mare Adriatico ed i monti Sibillini, su di una lieve collina di appena 227 m s.l.m. dove si vive ancora con i valori antichi della gente contadina e dove è lontanissimo il ritmo caotico della città. La popolazione in aumento (3.200 abitanti attualmente) è un’ ulteriore testimonianza della bellezza e della tranquillità di questa cittadina.

    – Al centro della provincia di Fermo e verso la quale la città di Fermo si svilupperà.
    – Il sito è baricentrico rispetto a tre caselli autostradali.
    – Adiacente al distretto calzaturiero e a quello del cappello (Montappone – Massa Fermana). Entrambe zone sprovviste di spazi abitativi, commerciali e direzionali verso la zona del sito.

    – Fra la zona industriale di Fermo e quella della Valtenna di Montegiorgio e Falerone. Anche queste zone richiedono spazi abitativi, commerciali e direzionali attualmente non presenti nella zona del sito.

    – Inoltre la zona è una delle poche che prevede ancora la possibilità di sviluppo immobiliare.

    bottone.png

    Il nuovo grandissimo pozzo di metano a 6 Km

    7.jpgE’ stato scoperto da ENI un nuovo pozzo di metano a 6 Km dall’area di intervento. La produzione del pozzo è di circa 800.000 mc giornalieri (Tempa Rossa ne produce circa 350.000). Lo sfruttamento di tale pozzo porterà un introito di circa 7.000 euro giornalieri per lo sfruttamento delle concessioni.

    Ciò creerà la possibilità per le comunità locali di investire 2,5 milioni di euro all’anno in infrastrutture che, a loro volta, creeranno un indotto rilevante per tutta l’area di interesse.

    Isocrone su dati ISTAT

    Per effettuare un’analisi di mercato e fornire un’idea di massima delle consistenze a livello di popolazione presente attorno al progetto abbiamo calcolato le isocrone. Esse rappresentano un primo approccio legato unicamente alle dinamiche viabilistiche. Nel caso in esame abbiamo calcolato le isocrone di 30, 60 e 90 minuti.
    Tale consistenza definisce una buona massa critica con circa 2,3 milioni di residenti, non molto distante da quanto si registrerebbe nelle aree più urbanizzate del Paese.
    Come si evince dalla cartina i collegamenti nord-sud risultano veloci e si riescono a raggiungere in meno di 90 minuti a nord Rimini e a sud Pescara.
    I collegamenti est-ovest invece sono meno agevoli anche se come indicato nelle analisi sulla viabilità sono in fase di realizzazione delle nuove viabilità che permetteranno di ridurre i tempi di percorrenza.

    (clicca sulle immagini per ingrandirle)

    8.jpg

    9.jpg

    Isocrone Popolazione

    10.jpgAll’interno dell’isocrone dei 90 minuti sono presenti quasi 300 comuni appartenenti a ben 10 province e 4 regioni diverse (Marche, Abruzzo, Umbria e Emilia
    Romagna).
    In totale sono stati censiti 2.282.064 abitanti di cui quasi 300.000 nei 30 minuti. Il bacino in esame mostra un discreto trend
    di crescita superiore al livello medio italiano sia nel breve che nel lungo periodo.
    Il settore che mostra il trend di crescita maggiore è quello compreso nei 30 minuti.

    11.jpg

    Isocrone Evoluzione

    Ipotizzando che il trend demografico registrato negli anni passati non subisca variazioni, la popolazione residente all’interno di tale isocrona arriverà a circa 2,5 milioni di unità nel 2019.

    (clicca sull’immagine per ingrandirla)

    12.jpg

    Isocrone Urbanizzazione

    13.jpg

    L’area individuata è caratterizzata da una discreta densità abitativa (superiore rispetto alla media nazionale). Il settore che presenta la più alta densità abitativa è quello più prossimo al lotto con un indice doppio rispetto alla media italiana.

    Isocrone Sesso e Età

    14.jpg

    La distribuzione per età della popolazione mostra un’ età media superiore al dato nazionale: 42,9 contro i 41,8. Il peso delle fasce estreme, gli under 14 e gli over 65, sulla popolazione potenzialmente attiva, è superiore alla media nazionale (52 contro 49).
    Si osserva, inoltre, un indice di vecchiaia più alto (156 contro 131), grazie ad un numero degli under 14 inferiore ed un numero di over 65 più elevato rispetto al dato Italia (20,8% contro 18,7%).

    15.jpg

    Isocrone Istruzione e Professione

    Si evidenzia un tasso di scolarizzazione superiore della media italiana sia per numero di possessori di laurea che diploma. Rispetto alla media nazionale di evidenzia una contenuta quota di persone “non attiva” paria a circa 54% della popolazione italiana (Italia 57%).

    (clicca sull’immagine per ingrandirla)

    16.jpg

    (clicca sulle immagini per ingrandirle)

    17.jpg

    18.jpg

    19.jpg

    Isocrone Famiglie

    20.jpgI nuclei familiari sono costituiti da quasi 2,5 componenti, in linea rispetto alla media nazionale, mentre la percentuale delle famiglie unipersonali è di circa 3 punti percentuali più basso del dato medio italiano.

    21.jpg

    Isocrone Redditi

    22.jpgPrendendo in esame l’intero bacino stimato all’interno dell’isocrona dei 90 minuti si osserva un reddito medio in linea con quello italiano. Le aree più ricche risultano quelle più prossime al sito e quelle più settentrionali.

    Isocrone – Indicatori Provinciali

    La regione Marche presenta indici di una buona situazione economica. Prendendo in esame i tassi di disoccupazione delle diverse provincie marchigiane si osservano, infatti, percentuali più basse rispetto alla media nazionale.

    Il dato medio sui depositi bancari in tutte le provincie, ed in particolar modo in quella di Macerata, risultano superiori al valore medio.

    23.jpg

    Isocrone – Capacità di spesa

    La spesa annua pro-capitale è ottenibile moltiplicando la popolazione per la spesa media nazionale, sulla base del reddito e dei coefficienti di elasticità specifici per merceologia ed area geografica di riferimento.

    Si evidenzia come la spesa media all’interno di tale bacino sia di poco inferiore rispetto alla media nazionale (-2,5%).

    (clicca sull’immagine per ingrandirla)
    24.jpg

    bottone.png

    Il turismo

    Data la particolare natura del progetto e le caratteristiche ambientali della location individuata, la nostra valutazione non può prescindere dall’analisi del fenomeno turistico che costituirà un bacino addizionale per il polo in esame.

    Forniamo di seguito alcuni dati indicativi sui flussi turistici che possono interessare il nostro potenziale bacino

    25.jpg

    Da segnalare come la permanenza media risulta essere tra le più elevate in Italia

    26.jpg

    Come si evince risulta molto importante la componente turistica. Nella sola provincia di Ascoli Piceno sono infatti arrivate oltre 500.000 persone.

    Proprio in tale provincia risulta superiore alla settimana la permanenza media. Come si evince dal grafico seguente si tratta di un turismo che presenta una forte stagionalità, in modo particolare la provincia di Ascoli Piceno.

    27.jpg

    Bacino utenza Grottazzolina

    28.jpg

    Crescita demografica e fabbisogno immobiliare

    29.jpgI dati Istat evidenziano una crescita della popolazione in media dello 1,2% nel corso degli ultimi 8 anni. Proiettando tali dati e ipotizzando un’abitazione per nucleo familiare, ci sarebbe bisogno di abitazioni aggiuntive.

    In particolare, anche senza considerare l’interland delineato dalle isocrone, si nota che a Grottazzolina nei prossimi 3 anni ci sarà bisogno circa di 68 abitazioni da aggiungersi alle attuali 1.128. Il nuovo centro prevede solo 20-25 unità aggiuntive che potrebbero essere tranquillamente assorbite. Analoghe supposizioni si possono fare per quanto riguarda gli spazi destinati ad altro uso. Tutto questo per dire che il progetto sarebbe valido e credibile anche se non ci fosse tutto il fabbisogno creato dai fattori descritti in precedenza.

    30.jpg

    bottone.png

    Rendering del progetto

    Clicca sulle immagini per ingrandirle.


         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

         

    PER INFORMAIZONI E CONTATTI:

    Dott. Simone Brancozzi

      0734-605020
      335-7589095
    simone.b@studiobrancozzi.it